a chi si rivolge questo sito?
Soprattutto a docenti di scuola superiore e studenti liceali e universitari, o a chi abbia comunque una cultura generale educata a riflettere su i temi qui proposti.
quando nasce questo sito e come si sviluppa?
1) Nell'autunno 1997, su altro server (Geocities, poi Tripod, poi, a motivo della politica dei banner pubblicitari su tali server, decido per Altern.org).
2) dall'estate 1998 col nome di Cultura cristiana, all'indirizzo www.culturacristiana.com (ospitato peraltro "fisicamente" su vari server, prima Altern.org, poi Cosmo.it, poi Maganet, poi Tiscali, poi l'attuale mantainer)
3) all'inizio del 2000 cambia il suffisso: non più ".com" ma ".net"
4) nel giugno del 2002 il sito si sdoppia: parte resta all'URl www.culturacristiana.net, altra parte all'URL culturanuova.net, con supporto PHP e sottodomini.
l'accesso al sito è gratuito?
Sì. Riterrei peraltro molto incoraggiante, come compenso al tempo che dedico al suo mantenimento, quella forma minima di partecipazione alla vita del sito che consisteva un tempo nell'iscrizione al forum/mailing list su Yahoo-Groups, e ora alla pagina Facebook e al Blog.
Mi farebbe anche piacere che chi "frequenta" questo sito prendesse visione di quanto dico dei libri che ho pubblicato, Medioevo filosofico e De Lubac.
Esiste qualche forma di ritorno economico di questo sito?
Il sito è anzitutto una spesa: in termini di tempo e in termine di costi di gestione (per il dominio di primo livello e per le connessioni). Oltretutto molti lettori ci sottopongono domande di contenuto, a cui in genere dedichiamo, gratuitamente, del tempo. Perciò è del tutto legittimo il limitatissimo ricorso a links verso alcuni (selezionati e personalmente vagliati come onesti e affidabili) siti commerciali, tra cui soprattutto InternetBookShop, che vende libri on-line. Chi volesse sostenere questo sito potrebbe utilmente scegliere, ad esempio, se già è intenzionato a ricorrere a quella libreria on-line, di farlo tramite i links di questo sito, o tramite questo link generico.